Connettiti sui Social

Vino.tv, Chiara Giannotti e una chiacchierata tra donne

Vino.tv Chiara Giannotti

Curiosità

Vino.tv, Chiara Giannotti e una chiacchierata tra donne

Vino.tv è una di quelle realtà web di buona e robusta costituzione e lei, Chiara Giannotti, ne è l’anima. Nata tra i vini per eredità familiare, cresciuta professionalmente scegliendoli. Cosa ci ha raccontato?

  • Ciao Chiara, benvenuta su Vinabile. Inizio con i convenevoli di rito: raccontaci qualcosa di te. Chi sei, cosa fai nella vita.

Sono una donna innamorata del buon vino e della buona cucina. E faccio tutto ciò che mi permette di seguire questo mondo da vicino e negli aspetti che mi piacciono di più.

  • Quando e come è nata la passione per il vino e per la comunicazione legata all’enogastronomia?

Non è nata lei in me, posso dire che sono io ad essere nata nel mondo dell’enogastronomia. La mia famiglia era proprietaria di tre aziende vitivinicole italiane, da più di tre generazioni nelle Marche e in Toscana, e per me è stato naturale appassionarmi al vino e a questo mondo sin da piccola. Lo considero a tutto tondo il mio mondo. Appena laureata in Lingue e Letterature straniere sono entrata a lavorare a tempo pieno nelle cantine di famiglia, con il sogno di essere portavoce dei nostri vini in ogni angolo del mondo. Ho preso il diploma da sommelier, sono diventata una delle poche dame chevalier de Champagne e non ho mai smesso di studiarlo, approfondirlo e soprattutto amarlo. La mia passione e curiosità per l’enogastronomia non si sono mai placate neanche quando la mia famiglia, qualche anno fa ha ceduto a terzi le cantine, anzi, da allora la mia voglia di raccontarne il fascino può esprimersi ancora più liberamente senza limiti né confini, comprendendone a pieno tutte le bellezze ma anche le grandi difficoltà vissute quotidianamente dai produttori e da chi ci lavora dentro.

  • Una donna che si occupa di vino. Pensi sia ancora un ambiente maschile e maschilista?

Quando cominciai a lavorarci, più di 15 anni fa, eravamo veramente poche donne, e non è stato sempre facile, anzi a volte imbarazzante. Ormai siamo sempre di più, siamo apprezzate in ogni ruolo, dalla giornalista alla blogger, dalla produttrice all’enologa, non credo ci siano discriminazioni. L’unica grande, grandissima difficoltà è riuscire a farlo convivere con il ruolo di madre, perché è un settore dove il lavoro ti assorbe e coinvolge particolarmente, senza orari e portandoti spesso fuori casa, qualunque ruolo si abbia.

  • Raccontaci la giornata tipo di una wine blogger. Come strutturi il tuo lavoro? Di quali social ti avvali? Dove cerchi le storie da raccontare?

Le mie giornate sono tutte molto diverse, hanno in comune solo una costante: sono sempre di corsa ma con il sorriso. Le mie storie preferite vengono dalle visite in cantina quando possibile e dalle chiacchierate con i produttori e professionisti del settore, grazie ai tantissimi eventi che ci sono a disposizione e che cerco di raccontare dal vivo. Poi ci sono le degustazioni dove è solo il vino a parlare, ma ha sempre meravigliose emozioni da regalare e tante cose da raccontare. Per finire con l’abbinamento tavola, per questo seguo con attenzione le aperture dei nuovi ristoranti e segnalo i posti dove si mangia particolarmente bene, perché trovo che il mondo del vino e del cibo debbano andare a braccetto il più possibile. Quando ho lasciato la mia cantina ho aperto il mio piccolo blog Vino.tv per racchiuderci tutto questo, come un diario dei ricordi più belli. L’ho fatto quasi più per me che per gli altri. Poi è cresciuto così tanto da diventare un vero e proprio lavoro ma lo spirito è sempre lo stesso. In primis si sviluppa sulla pagina Facebook, che ad oggi conta più di 80.000 seguaci, Instagram e YouTube. Poi seguono Twitter, Google+, LinkedIn e Pinterest che comunque per me rappresentano social fondamentali. Con Vino.TV sono presente anche in Tumblr, Periscope e altri ma onestamente con meno rilievo. Secondo me meglio farne pochi ma buoni. Interessante monitorare i propri risultati registrandosi su Klout che ti da un ranking di visibilità e ti mette in confronto con le altre figure simili alla tua.

  • Quali sono le realtà del digitale che un appassionato di vini deve assolutamente seguire secondo te? Hai dei blog e dei web magazine di riferimento?

Ci sono tantissimi blog e realtà da seguire, io credo che ognuno debba trovare la propria fonte di notizie che legge con più passione e coinvolgimento. Ognuno di noi è interessato ad argomenti con tagli differenti e modi diversi di raccontare. Ma visto che parliamo di punti di riferimento, per quanto mi riguarda, sul mondo del vino cerco di essere il più aggiornata possibile e seguo sempre Doctorwine, Winenews, Cronache di Gusto, Gambero Rosso, AIS e FIS, Winesurf, Civiltà del Bere ma anche Wining, Donatella Cinelli Colombini, Cucina&Vini, Wine.Tv, Wineblogroll, mentre per il Food mi trovo bene con Agrodolce, La Cucina Italiana, Scatti di Gusto, Luciano Pignataro, Excellence, MangiaeBevi, Porzioni Cremona, Dissapore… poi ci sono gli immancabili esteri che comprendono ovviamente Wine Spectator e WineAdvocate, ma poi chissà quanti atri ne ho dimenticati, soprattutto dei più piccoli che spesso però ti regalano belle scoperte.

C’è da un po’ da perdersi a volte, come per gli eventi, per questo nel mio Blog ogni mese elenco ai winelover solo quelli che secondo me vale la pena seguire!

  • Facciamo un piccolo gioco tra amiche ora. Hai un appuntamento con un uomo che ti piace tanto, vuoi prepare per lui una cena. Cosa cucini? Quali vini scegli?

Vi confido un grande segreto: non amo per niente cucinare. Amo mangiare bene. Quindi l’uomo dei miei sogni è meglio che sappia cucinare e prendermi per la gola… al vino invece penso io molto volentieri!

Probabilmente prenderei una bollicina. Con un Ferrari Perlé per esempio non sbagli mai. Ma io sono più da vino fermo, amo il rosso elegante e di grande personalità, come il Pinot Nero, e per restare in Italia potrei scegliere quello di Maso Corno, una piccolissima cantina del Trentino. Oppure cambiando genere potrei volare giù in Sicilia e portare un Etna Rosso, come il Barbagalli di Pietradolce. Sul bianco invece conoscono tutti la mia inclinazione innata per il Verdicchio!

  • Salutandoti e ringraziandoti ti chiedo come vedi il futuro di Vino.tv? Progetti? Collaborazioni?

Progetti per Vino.TV tanti, in primis un restyling del sito per incrementare la parte video e renderlo meglio strutturato, e collaborazioni ancora di più. Sin dalla nascita di Vino.TV le collaborazioni sono state per me una costante e sono in continua crescita. Credo moltissimo nello scambio reciproco. Collaboro con Doctorwine per la Guida e per le recensioni sul sito, con il Corriere Vinicolo per l’Agivi, l’Associazione dei Giovani Imprenditori, con Excellence e Mangiaebevi in particolare negli eventi, con wine.tv per le trasmissioni Tv, con Ansuini per le Aste di vini rari e da collezione…. insomma quando si può trovare modo di collaborare in modo positivo e costruttivo non mi tiro indietro. Lo trovo essenziale, utile e gratificante. L’importante è restare corretti, affidabili e puntuali. Sul corretto e affidabile non ho problemi, sul puntuale ogni tanto si, ahimè.

Anna Le Rose

Web copywriter. Consulente di scrittura creativa. Racconto storie. Fotografo cibi dall’alto. Ho un blog che si chiama Vene Vanitose. Scrivo d’amore, di cibo e di donne. Spesso le tre cose coincidono.

Clicca per Commentare

You must be logged in to post a comment Accedi

Lascia un Commento

Altri Articoli in Curiosità

Pubblicita'

I Migliori Articoli

Pubblicita'
Vai Su

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi