Connettiti sui Social
  • Recioto della Valpolicella Recioto della Valpolicella

    Recioto della Valpolicella, prezzo e abbinamenti

    Scritto da 16 maggio 2017

    Il Recioto della Valpolicella è un vino rosso passito e condivide con l’Amarone la stessa zona di produzione: la Valpolicella, in Veneto. È tra i vini più antichi d’Italia, risalente addirittura al periodo romano. Il suo nome deriva dalla voce dialettale “recia”, orecchio. I grappoli dell’uva utilizzata (Corvina), hanno la caratteristica di avere due ali, che sono anche la parte più matura e ricca di zucchero. Recioto della Valpolicella, caratteristiche I vigneti che servono per la produzione del Recioto si trovano nel cuore della Valpolicella Classica, tra le colline di Negrar, su terrazzamenti a secco. Il Recioto è un vino rosso passito di grande struttura, dolce e morbido al palato. Si presenta di colore rosso rubino intenso e cupo, tendente al granato. Il profumo è decisamente complesso e ricco, che richiama soprattutto i frutti a bacca nera e rossa (more, prugne, amarene). Si percepiscono anche note floreali di violetta. L’affinamento in botte o barrique aggiunge qualità aromatiche al vino, arricchendolo di profumi terziari che ricordano il cioccolato, il tabacco, la cannella, la vaniglia e i sentori balsamici di mentolo ed eucalipto. Recioto della Valpolicella, prezzo Il prezzo medio del Recioto della Valpolicella è di 15-30 euro, ma può costare anche oltre 50 euro. Recioto della Valpolicella, abbinamenti Il Recioto va aperto almeno un’ora prima della degustazione e deve essere servito abbastanza fresco, a una temperatura di servizio intorno ai 15°C. Per la degustazione si utilizza il calice da dessert, a stelo lungo. Per saperne di più sui bicchieri da vino, trovate una piccola guida qui. Questo vino è adatto per accompagnare dolci a base di cioccolato, dolci a pasta secca, e si abbina anche alle crostate di frutta rossa, i dolci speziati e la frutta candita. .....

  • Vino Marzemino Vino Marzemino

    Vino Marzemino, prezzi e abbinamenti

    Scritto da 13 maggio 2017

    Il vino Marzemino è autoctono del Trentino Alto Adige, in particolare della Vallagarina (a sud di Trento), dove il terreno vulcanico conferisce al vino un profumo e un sapore caratteristici. Secondo alcuni, l’origine del nome deriverebbe dal tardo latino “Marzarimen”, cioè grano di marzo, a causa delle dimensioni ridotte delle sue bacche. Secondo altri, invece, sarebbe stato importato in Italia da un’antica città sul Mar Nero chiamata Merzifon. Vino Marzemino, caratteristiche Il vitigno Marzemino dà un vino di colore rosso rubino intenso, tendente al violaceo, con riflessi variegati, dal granato al blu profondo. Il profumo richiama i frutti di bosco, con note floreali, soprattutto di violetta. Il sapore è secco, morbido e poco tannico. Oltre alle versioni secche e ferme, di questo vino esistono anche versioni spumantizzate e frizzanti, sia secche che dolci, come il famoso Refrontolo passito dei colli di Conegliano, una delle più importanti espressioni di passito rosso a livello nazionale. Questo vino richiede generalmente una temperatura di servizio di 14°-16°C. Va servito in un calice di media capacità a tulipano svasato. Per saperne di più sui bicchieri da vino, trovate una piccola guida qui. Vino Marzemino, prezzi Il prezzo medio del Marzemino è di 5-10 euro, ma può arrivare a costare anche oltre le 30 euro. Vino Marzemino, abbinamenti L’abbinamento classico del Marzemino è con la polenta di mais e funghi, ma si sposa bene anche con arrosti di maiale, con verdure, brasati di vitello, pollame allo spiedo. Si accosta bene anche al pesce come il baccalà o la trota, cucinati con salse vegetali. .....

  • Vino Merlot Vino Merlot

    Vino Merlot: caratterstiche, abbinamenti e prezzo

    Scritto da 6 maggio 2017

    Il luogo d’elezione dei più grandi Merlot del mondo è senza dubbio Pomerol, la più piccola delle denominazioni di Bordeaux, in Francia. In Italia, la patria del Merlot è il Friuli Venezia Giulia (Colli Orientali), grazie al clima fresco e ad argille scure. Anche il Trentino Alto Adige, il Veneto e la Toscana (Val di Cornia e Bolgheri) sono da tenere in considerazione. Vino Merlot, caratteristiche Il Merlot è un vino di un bel colore rubino intenso (i Merlot maturati in barrique tendono ad assumere colori più intensi e profondi rispetto a quelli maturati esclusivamente in contenitori inerti come le vasche d’acciaio) e si presenta al naso piacevolmente fruttato, con sentori di ribes, prugna e amarena, foglie di pomodoro, finocchio, rabarbaro e humus. Si può cogliere anche una nota erbacea di sottofondo e un aroma balsamico. Al palato è morbido, rotondo e si possono percepire il gusto di ribes e amarena. Vino Merlot, prezzo Il prezzo medio del Merlot è di 6-8 euro, ma può arrivare a costare anche oltre 150 euro. Vino Merlot, abbinamenti Il Merlot è un vino morbido e molto piacevole al palato, che si abbina bene a primi piatti importanti con sughi di carne o secondi piatti a base di carni bianche e rosse arrosto, alla griglia o con la selvaggina arrosto. Come tutti i vini rossi complessi e strutturati, il Merlot va servito a una temperatura di 6-18°C. Per saperne di più sulla temperatura di servizio dei vini, leggete la nostra guida che trovate qui. .....

  • Vino Cabernet Vino Cabernet

    Vino Cabernet, prezzo e abbinamenti

    Scritto da 29 aprile 2017

    Il vino Cabernet Sauvignon è un vitigno a bacca nera originario del territorio di Bordeaux, in Francia. In Italia viene prodotto tradizionalmente in Friuli e nel Veneto (Bassa Atesina, Oltradige, Valle dell’Adige e conca di Bolzano). Questo vino, molto pregiato e raffinato, è un ibrido (spontaneo) tra il Cabernet Franc e il Sauvignon. Vino Cabernet, caratteristiche Il Cabernet Sauvignon si presenta di colore rosso granata, con una struttura solida e compatta e un profumo complesso. In esso, infatti, si avvertono note di mirtilli, ribes nero e more, tracce di sottobosco, note terrose, rabarbaro, prugne, eucalipto, cedro, tabacco e peperone. Al palato è pieno, con ritorni tannici che sanno di liquirizia. Se invecchiato diventa ricco di aromi terziari speziati. L’altra patria del Cabernet, oltre al Veneto e al Friuli, è la Toscana (tra Castagneto Carducci e Bolgheri), dove negli anni Settanta prese piede il fenomeno Super Tuscan. È diffuso anche nel resto d’Italia, dove è presente da solo o come vitigno migliorativo. All’estero ha avuto un successo straordinario in California (valli di Napa e Sonoma). Vino Cabernet, prezzo Il Cabernet Sauvignon è venduto a un prezzo di partenza di circa 4 euro, ma può arrivare a costare anche oltre 50 euro. Vino Cabernet, abbinamenti Il Cabernet Sauvignon si abbina molto bene alle carni rosse, alla cacciagione e ai formaggi piccanti. Può accompagnare anche i primi piatti di carattere, come pasta al ragù o alla carbonara. Va servito a una temperatura di servizio di 16-18°C, in calici ampi. Per scoprire quale calice è preferibile usare, ecco una piccola guida sui bicchieri da vino. .....

  • Vino Bardolino Vino Bardolino

    Vino Bardolino: caratteristiche, prezzo e abbinamenti

    Scritto da 26 aprile 2017

    Vino Bardolino classico Il Bardolino è un vino rosso originario del Veneto. Viene prodotto in provincia di Verona, e precisamente nella zona del lago di Garda. I territori interessati dalla Denominazione di Origine sono: Bardolino, Garda, Lazise, Affi, Costermano, Cavaion Veronese, Torri del Benaco, Caprino, Rivoli Veronese, Pastrengo, Bussolengo, Sona, Sommacampagna, Castelnuovo, Peschiera e Valeggio sul Mincio. Solo i vini provenienti da 6 di questi comuni (Bardolino, Garda, Lazise, Affi, Costermano e Cavaion Veronese), tuttavia, possono fregiarsi della denominazione “classico”, poiché appartengono alla cosiddetta “zona classica” di più antica tradizione. Nella zona del Bardolino, inoltre, si producono due vini, il Bardolino DOC e il Bardolino Superiore DOCG. Per la produzione si utilizzano uve provenienti principalmente da vitigni di Corvina Veronese (vitigno a bacca nera, con maturazione tardiva tra fine settembre e inizio ottobre), nella misura del 35-65%. Possono essere utilizzate anche uve Barbera, Merlot, Molinara, Sangiovese, Rossignola, Marzemino, e Cabernet Sauvignon da soli o insieme, con un limite massimo del 10% per ogni singolo vitigno. A differenza del Bardolino DOC, il Bardolino Superiore DOCG deve essere inoltre sottoposto a un periodo di affinamento obbligatorio di almeno 1 anno. Il Bardolino si presenta di un bel colore rosso rubino brillante, con riflessi violacei e tendenti al granato. Il profumo è leggermente fruttato, si percepiscono, infatti, note di fragola, ciliegia, lampone e ribes, con lievi accenni di spezie come cannella, chiodi di garofano e pepe nero. Al palato risulta asciutto e morbido, talvolta leggermente amarognolo. Vino Bardolino rosato Il Bardolino rosato è il Bardolino Chiaretto DOC e viene prodotto con la vinificazione in rosa delle bucce. Esiste anche il Chiaretto Spumante, anch’esso vinficato in rosa e successivamente spumantizzato con metodi a fermentazione naturale. Vino Bardolino, prezzo Il Bardolino ha un costo medio che oscilla tra i 5 e 7 euro. Vino Bardolino abbinamenti Il Bardolino è ottimo con i primi piatti a base di paste di ogni tipo, con i risotti, i ravioli e le lasagne. Si sposa anche con le zuppe di legumi (in particolar modo di fagioli), con le carni alla griglia, al forno e in umido. Interessante l’abbinamento con i piatti a base di castagne e di funghi. Servito fresco si accosta bene anche al pesce di grossa pezzatura e le seppie in umido. Il Chiaretto, invece, è perfetto come aperitivo. .....

  • Spaghetti ubriachi, una ricetta semplice e gustosa

    Scritto da 6 aprile 2017

    La ricetta degli spaghetti ubriachi è di facile realizzazione, ma non per questo poco gustosa. La versione che ti proponiamo è quella dello chef Alessandro Borghese. Buon appetito! Spaghetti ubriachi 300 gr spaghetti 600 ml vino (a piacere) 120 gr parmigiano (grattugiato) olio d’oliva (extra vergine) sale e pepe q.b. Metti sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e porta a ebollizione. In una padella ampia versa il vino e fallo bollire per 3 minuti per far evaporare la parte alcolica. Quando l’acqua nella pentola è arrivata a ebollizione, cala gli spaghetti e falli cuocere per pochi minuti (max 2 minuti). Scola gli spaghetti, ricordando di conservare un po’ di acqua di cottura per il prossimo passaggio. Metti gli spaghetti nella padella con il vino e termina la cottura aggiungendo l’acqua messa in precedenza da parte. Qualche istante prima di finire la cottura, aggiungi l’olio d’oliva, il parmigiano grattugiato, il pepe e fai mantecare. Il vino che scegli per cuocere gli spaghetti ubriachi, deve essere lo stesso di accompagnamento al piatto di pasta. .....

Altri Articoli
Vai Su

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi