Connettiti sui Social

Aricoli taggati con "spumante brut"

  • Passerina Spumante Brut Cantina Tollo Passerina Spumante Brut Cantina Tollo

    A Tavola con il Sommelier

    Degustiamo il Passerina Spumante Brut Cantina Tollo

    Scritto da 13 gennaio 2018

    C’è sempre qualche buona ragione per stappare delle bollicine e il Passerina Spumante Brut Cantina Tollo non fa di certo eccezione! Per la realizzazione di questo Spumante brut viene utilizzata uva Passerina in purezza, vitigno autoctono di Abruzzo e Marche, e in genere utilizzato per la produzione di vini bianchi fermi. I vigneti sono ubicati a Tollo, piccolo Comune della provincia di Chieti, il cui territorio ospita la Tullum Doc, una delle più piccole Denominazioni d’origine controllata presenti in Italia. I terreni dove nascono i vigneti, allevati a tendoni e filari, sono esposti a nord e nord-est a 200 metri sul livello del mare e sono di natura sabbiosa e calcarea; le viti hanno 10 anni d’età e registrano una produzione di 90 quintali per ettaro. La vendemmia del Passerina Brut ha luogo intorno alla metà di ottobre, quando i grappoli raccolti vengono condotti in cantina e sottoposti a pressatura soffice. Il mosto è messo a fermentare un recipienti di acciaio inox alla temperatura controllata di 16°C, in seguito si registra una maturazione a contatto con i lieviti, della durata di sei mesi, quindi il vino è sottoposto a rifermentazione in autoclave, secondo il metodo Martinotti-Charmat. Lo spumante è infine pronto per essere imbottigliato e commercializzato. Il Passerina Spumante Brut Cantina Tollo ha una gradazione alcolica di 12% vol e va consumato ben fresco ad una temperatura di servizio compresa fra i 6 e gli 8°C. Versando lo spumante nel bicchiere (possibilmente in calici del tipo ballon flute), noteremo un colore giallo chiaro con lievi riflessi verdognoli, ed un perlage fine e persistente, accompagnato da una spuma abbastanza densa. Al naso percepiremo un bouquet composto da sentori erbacei e floreali (acacia e caprifoglio), aromi fruttati (agrumi ed ananas) ed un lieve profumo di pane e biscotti. Portando lo spumante alla bocca ne avvertiremo la freschezza, la giusta acidità e la media struttura; fine ed asciutto, è connotato da un finale di moderata persistenza con leggeri sentori di frutta e mandorle. L’abbinamento ideale della Passerina Spumante Brut Cantina Tollo è quello con gli aperitivi e gli antipasti a base di pesce e verdure. Questo vino si sposa egregiamente con le fritture, specialmente di pesce, ma accompagna bene anche primi piatti senza pomodoro, crudi di pesce e crostacei. Alla salute! .....

  • Cin Cin Cin Cin

    Curiosità

    Cin cin, significato e vini con cui brindare al nuovo anno

    Scritto da 26 dicembre 2017

    I festeggiamenti per il Capodanno si avvicinano… ma sai perché si dice Cin Cin al momento del brindisi? Questo gesto, estremamente radicato nella cultura occidentale, ha origini cinesi. Sembrerebbe derivare, infatti, dalle parole Ch’ing Ch’ing, il cui signifato letterale è “prego, prego”. Il Cin Cin è arrivato in Europa insieme ai marinai e ai commercianti inglesi, che nei porti delle regioni costiere della Cina si salutavano in questa maniera. La formula cinese è stata subito ben accolta dalla lingua italiana perché onomatopeica. Pronunciando queste parole, infatti, è come se si riproducesse il suono di due bicchieri che si toccano e tintinnano. Il gesto di brindare, quindi di alzare il calice verso qualcuno e poi di bere, risalirebbe invece all’Antica Roma come segno di reciproca fiducia. Poiché gli avvelenamenti erano all’ordine del giorno, far toccare i bicchieri tra loro durante un banchetto faceva sì che un po’ di vino passasse da un bicchiere all’altro, scongiurando il rischio di omicidi. Al di là della storia, quello che conta, sia che diciate Cin Cin, sia che diciate Prosit, è non sbagliare Spumante… un errore molto comune, infatti, è quello di servire il Panettone o il Pandoro con un extra brut… assolutamente da non fare! Come ricorda anche l’AIS (Associazione Italiana Sommelier) Spumante brut per aperitivo e pasto, Spumante dolce per il dessert, non si discute. Se vuoi abbinare dei vini al panettone o al pandoro, ti suggeriamo dei Passiti dotati di buona freschezza, i vini Moscati, l’Asti Spumante o lo Champagne dolce. Questi dolci della tradizione italiana, infatti, oltre ad essere particolarmente dolci, sono anche piuttosto grassi e richiedono la contrapposizione con vini dolci sì, ma anche sapidi e freschi. .....

Altri Articoli
Vai Su

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi