Connettiti sui Social

Degustiamo il Rosso Piceno Rubideo di Libenzi

Rosso Piceno Rubideo

A Tavola con il Sommelier

Degustiamo il Rosso Piceno Rubideo di Libenzi

Un vino di carattere, robusto ed elegante: è il Rosso Piceno Rubideo, prodotto dall’azienda Libenzi, situata nel Comune di Corinaldo (Ancona). Quello che ci apprestiamo a degustare è un interessante prodotto che nasce sulle colline marchigiane situate a circa 20 km dal Mare Adriatico, e rappresenta bene la categoria del Rosso Piceno a Denominazione d’origine controllata.

I vitigni utilizzati per la produzione del Rubideo sono il Montepulciano, per l’80%, ed il Sangiovese, per il restante 20%; i terreni sono situati a 250 metri sul livello del mare, ed esposti ad est e sud-est, con un suolo di tipo argilloso e calcareo. Proseguendo con i dettagli tecnici, vale la pena di sapere che i vigneti, impiantati tra il 2001 ed il 2002, sono allevati a spalliera e che la produzione per ciascuna pianta è di circa 1,3 kg di uva.

Dopo la vendemmia, che avviene manualmente, i grappoli vengono diraspati e messi a fermentare in recipienti di acciaio inox, per 10 giorni, alla temperatura controllata di 25°C. Successivamente il mosto viene separato dalle bucce ed è messo a maturare in contenitori di acciaio; prima di essere commercializzato, il Rosso Piceno Rubideo affina per un periodo in bottiglia.

Versando il vino nel bicchiere, possibilmente un calice dall’apertura non troppo ampia, questo Rosso Piceno Doc si dimostra un prodotto ben più complesso di quanto il procedimento per la sua realizzazione farebbe supporre. Il colore rosso rubino intenso e scuro, è caratterizzato da riflessi violacei o granati (a seconda dell’invecchiamento della bottiglia) e da una buona densità. Al naso si percepisce subito un intenso insieme di aromi fruttati (frutti di bosco), sentori speziati ed altre note che farebbero quasi pensare ad un vino maturato in botte. La piacevolezza del bouquet si ritrova passando all’esame gustativo, dove il Rubideo si presenta ben strutturato, di buon corpo, asciutto e rotondo; una punta di sapidità e tannini dolci ma ben avvertibili precedono un finale persistente e con un retrogusto fruttato.

Il Rosso piceno Rubideo è uno di quei vini che si abbina egregiamente a numerosi piatti, dai primi a base di ragù di carne o la pasta ripiena, ai secondi formati da carni arrosto e selvaggina. E’ ideale anche per accompagnare un ricco aperitivo a base di salumi e formaggi stagionati, come il ciauscolo ed il pecorino, o le pietanze del ricco cenone di Capodanno. Ricordatevi di stappare la bottiglia un’ora prima della degustazione e di consumare ad una temperatura di servizio di 18°C. Si presta ad un invecchiamento in cantina di alcuni anni. Buon anno nuovo e… alla salute!

Nasco appassionato di musica, in seguito divento anche giornalista e sommelier, attratto dall’enogastronomia e dal vino, alla scoperta delle tante sorprese che si nascondono dentro ogni bicchiere

Clicca per Commentare

You must be logged in to post a comment Accedi

Lascia un Commento

Altri Articoli in A Tavola con il Sommelier

Pubblicita'

I Migliori Articoli

Pubblicita'
Vai Su

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi