Connettiti sui Social

Degustiamo il Leopold Merlot Collio di Fiegl

Leopold Merlot Collio

A Tavola con il Sommelier

Degustiamo il Leopold Merlot Collio di Fiegl

Questa settimana ci dirigiamo in Friuli Venezia Giulia per degustare il Leopold Merlot Collio dell’azienda Fiegl: si tratta di un vino rosso contraddistinto dalla Denominazione d’origine controllata Collio, una zona particolarmente vocata alla coltivazione di uve bianche e rosse che danno vita a prodotti di particolare pregio ed interesse.

L’azienda è situata nel Comune di Oslavia, in provincia di Gorizia, a poche centinaia di metri dal confine sloveno: si tratta di terre ben ventilate e con importanti escursioni termiche, situate fra le montagne e la costa, un microclima ideale per la maturazione di determinate coltivazioni.

Il vitigno utilizzato per la produzione del Leopold è il Merlot in purezza, coltivato con il sistema a guyot in vigneti che hanno un’età media di 60 anni, nei quali il terreno è denominato “ponca”, caratterizzato cioè da un suolo composto da stratificazioni arenacee e marnose. La vendemmia viene svolta intorno alla metà del mese di ottobre, in seguito le uve vengono condotte in cantina e messe a macerare per 12 giorni in recipienti di acciaio inox. La fermentazione e maturazione del mosto hanno quindi luogo in grandi tonneau di legno: dopo tre anni, il vino è pronto per essere imbottigliato, ma affina ulteriormente in bottiglia per altri tre anni, prima di essere commercializzato.

Una lunga maturazione che dona al Leopold Merlot Collio caratteristiche decise e ben riconoscibili. Particolarità che è possibile osservare già versando il vino nel bicchiere, per il quale si raccomanda la scelta di un calice ampio di tipo Bordeaux, in grado di permettere una corretta ossigenazione del prodotto: noteremo un colore rosso porpora impenetrabile, con sfumature granate e riflessi dell’unghia tendenti al rubino, sempre a seconda dell’invecchiamento della bottiglia; buona la densità, che traspare dagli ampi archetti che si formano nel bicchiere. Al naso si resta affascinati da un intenso aroma speziato (principalmente pepe nero), quindi da un bouquet formato da sentori di frutti di bosco, confettura di ciliegie ed amarene, vaniglia ed altri aromi dovuti all’invecchiamento in legno, come il cuoio. Assaggiando il Leopold troveremo un vino ben strutturato, di buon corpo, rotondo ed armonico; i tannini sono delicati ed eleganti, mai invasivi, mentre una lieve nota di sapidità ed acidità precede un finale asciutto e decisamente persistente.

L’abbinamento perfetto è quello con ricchi primi piatti, carni rosse, arrosti, selvaggina da pelo (ideale è con il goulash di cinghiale), oltre che salumi e formaggi stagionati. Piacevole è pure il suo utilizzo nel corso di un sostanzioso aperitivo in compagnia. Il Leopold Merlot Collio Doc ha una gradazione di 13,5% vol e va servito ad una temperatura di servizio di circa 18°C, ricordandosi di stappare la bottiglia almeno un’ora prima di essere consumato. Si presta ad un invecchiamento di diversi anni in cantina. In definitiva, un Merlot importante che saprà soddisfare le esigenze degli amanti del vino, perciò… alla salute!

Nasco appassionato di musica, in seguito divento anche giornalista e sommelier, attratto dall’enogastronomia e dal vino, alla scoperta delle tante sorprese che si nascondono dentro ogni bicchiere

Clicca per Commentare

You must be logged in to post a comment Accedi

Lascia un Commento

Altri Articoli in A Tavola con il Sommelier

Pubblicita'

I Migliori Articoli

Pubblicita'
Vai Su

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi